CLOSE
La strategia di Si.Va.F. è di migliorare sempre piu’ la qualità dei propri prodotti e servizi indirizzati ai propri clienti, vendors e partners, in modo da poter continuare ad offrire alle migliori condizioni commerciali, prodotti tecnologicamente avanzati.

Innovazione estiva in azienda

Strategie per essere più competitivi da realizzare per la ripartenza.

Come iniziare ad implementare un meccanismo di innovazione nella propria impresa a costo zero.

Come cambio la mentalità per aumentare il processo innovativo.

Il cervello tende a riposarsi nella routine, si rifugia negli schemi di pensieri già conosciuti e, per questa ragione, occorre trovare il giusto spazio mentale per innovare.

Innovare per la tua mente è l’accettazione di idee diverse e rischiose.

Il cervello produce idee sulla base di comportamenti e schemi già visti in passato, l’esperienza da sicurezza. Ma come si può pensare a questioni fuori dalla nostra esperienza?

Per uscire dalla routine e pensare “out of the box”, sul posto di lavoro, si può provare a risolvere problemi di altri colleghi. Molte azioni compiute sul posto di lavoro sono automatiche: questo implica che molte decisioni saranno prese basate sulla propria routine, e senza alcun pensiero analitico.

Aiutare gli altri ad affrontare problematiche a noi aliene, ci obbliga a pensare in modo differente.

L’innovazione, secondo il dizionario è ogni novità, mutamento, trasformazione che modifichi radicalmente o provochi comunque un efficace svecchiamento in un ordinamento politico o sociale, in un metodo di produzione, in una tecnica.

Lavorando per aiutare a risolvere problemi altrui, si interagisce inoltre con persone con idee ed esperienza differenti. È impossibile crescere senza capire il punto di vista di persone che non la vedono come te. È difficile adattarsi alle differenze e alla critica ma, allo stesso tempo, si avrà la possibilità di creare processi o risolvere situazioni che senza il confronto e il fallimento sono impossibili da concepire.

“Quando la gente è d’accordo con me, sento sempre che devo avere torto. – Oscar Wilde”

Tra colleghi essere sempre d’accordo nella risoluzione del problema è un segno di pigrizia mentale. Proponendo soluzioni assurde o opponendosi, per principio, all’idea di un collega, del tuo capo o dei tuoi dipendenti, analizzando poi le reazioni e le ragioni delle loro soluzioni, è possibile individuare la pigrizia mentale.

L’ innovazione nasce dall’attrito e dalla discussione. Innovazione è la connessione di diverse e nuove conoscenze che non hanno relazioni tra di loro per creare qualcosa di nuovo.

Impara cose nuove per poterle combinare con vecchie esperienze.

Il luogo di lavoro è un incubatore di idee, se queste non vengono prodotte c’è un problema.

Un’azienda innovatrice è pronta a tentare, a sbagliare e a ricominciare grazie alle idee di tutti.

Le Start-up spesso hanno dei “rituali” che facilitano quello che gli inglesi chiamano Brainstorming.

Il brainstorming è una tecnica creativa di gruppo per far emergere idee volte alla risoluzione di un problema.

Le riunioni che fate in aziende sono produttive? 

Approfitta delle riunioni per modificare le abitudini, organizza per esempio uno Stand-up Meetings.

Quando si fanno delle riunioni in piedi, l’energia della riunione stessa cambia. Le riunioni in piedi sono più dinamiche, rapide e fruttuose.

È necessario attorniarsi di persone che abbiano opinioni differenti dalle nostre, con le quali potersi esprimere e scambiare idee. Dalla diversità e dalla libertà di espressione delle idee nasceranno sempre dei nuovi concetti inesplorati.

L’ innovazione è un compromesso tra il problema e le soluzioni apportabili.

Automatizzare i nostri comportamenti ci rende ciechi davanti al cambiamento e a nuove opportunità.

Mettendo in dubbio quello che facciamo in automatico, e che pensiamo di fare bene, richiede di pensare in maniera alternativa, “out of the box”.

Trovate maniere differenti di fare le stesse azioni giornaliere anche se le soluzioni che vengono apportate non sono utili o risultano scomode, non importa!

Conta infatti lo sforzo mentale effettuato, è un allenamento a trovare soluzioni diverse allo stesso problema.

Finalizza un’idea

Nonostante sia bello speculare sulle soluzioni, le idee e l’ottimizzazione, bisogna anche che queste vengano testate.

Un’idea è un’idea fino a che non la si mette all’opera, quindi se vuoi innovare devi implementare quel cambiamento che hai pianificato e preparato.

“Non è perché le cose sono difficili che non osiamo farle, è perché non osiamo farle che sono difficili. – Seneca”

Meglio se tutto non funziona al primo colpo; infatti sapere che la soluzione apportata non è adatta permette di acquisire informazioni utili e al raggiungimento di una soluzione migliore, ci sarà anche una validazione maggiore.

Il tempo per innovare è sempre

Questo è un tasto dolente per molte aziende e persone: sembra sempre che non ci sia il tempo o le risorse per innovare. 

Ottimizzare il lavoro di tutti i giorni significa innovare. 

Un esempio pratico?

Il software di SiVaF Informatica è concepito per ottimizzare il tempo di chi lo utilizza e grazie alla sua versatilità permette di creare nuovi metodi o procedure e di poterle testare.

Essere competitivi è una corsa infinita verso se stessi, e l’innovazione è un processo senza sosta per diventare ogni giorno migliori.

Sivaf informatica è partner di innovazione per le aziende clienti e per se stessa. In SiVaF informatica proviamo a risolvere i problemi dei nostri clienti, ce ne facciamo carico, ci confrontiamo con i nostri partner e mettiamo sempre alla prova le nostre idee. 

L’unico modo per sapere se siamo l’azienda che fa per te è contattarci.

Non pensarci troppo …

Fatti ricontattare per conoscere tutte le possibilità per la tua azienda.



Ultimi articoli

Vai al blog
Blog | 10 Giugno 2024

Sfide del 2024 per i laboratori di prove industriali

SiVaF Informatica da anni lavora a stretto contatto con laboratori di analisi ed officine di preparazione prove. Per questo motivo ha creato una soluzione ideale per affrontare la transizione digitale, che permetta alle aziende di ottenere risultati e benefici in breve tempo.
Blog | 22 Maggio 2024

Requisiti Piano Transizione 5.0 : da Industria 4.0 (5+⅔) all’APE

Alcuni requisiti derivano dai parametri definiti dalla Comunità Europea di abilitazione o certificazione a Industria 4.0, altri richiedono di monitorare i propri consumi energetici prima (ANTE) degli interventi per efficientare i processi produttivi e poi, di misurare i risparmi conseguiti (POST) grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali. 

La nostra Newsletter

Seguici per scoprire le ultime novità e gli articoli di approfondimento del nostro blog


ISCRIVITI