CLOSE
La strategia di Si.Va.F. è di migliorare sempre piu’ la qualità dei propri prodotti e servizi indirizzati ai propri clienti, vendors e partners, in modo da poter continuare ad offrire alle migliori condizioni commerciali, prodotti tecnologicamente avanzati.

Intelligenza artificiale ovunque sia possibile

Il 2022 potrebbe essere l’anno in cui l’intelligenza artificiale entra diffusamente ed eterogeneamente nelle aziende.

Come? 

Tramite i dispositivi IoT di nuova generazione

Perché ora?

Grazie alla maturità raggiunta di tre tecnologie distinte ma integrate: i dispositivi IoT, l’Edge Computing e il Cloud, e alla diffusione delle infrastrutture senza fili: il 5G e il WiFi 6.

Anche in questo caso è l’unione che fa la forza.

Come sempre accade, il livello evolutivo di varie tecnologie è tale da potersi combinare con altre, dando dei risultati esponenziali rispetto alle premesse iniziali.

Perché solo adesso?

Tutti i servizi IoT si compongono di cinque passi 

Creare, Comunicare, Aggregare, Analizzare e Agire. 

Il valore dell’IoT è determinato dalla fase di analisi, ed è  qui che la tecnologia IA ha un ruolo cruciale.

L’IoT fornisce dati, l’intelligenza artificiale ha le risposte, per guidare azioni intelligenti. 

Data Driven

Poiché i dati forniti dal sensore possono essere analizzati con l’intelligenza artificiale, le aziende possono prendere decisioni informate. 

L’intelligenza artificiale riesce a Gestire, Analizzare e Ottenere informazioni significative dai dati, in modo rapido ed accurato.

La potenza di calcolo può essere distribuita.

Oltre ad essere dotati di chip potenti, gli algoritmi di IA dei dispositivi IoT sono in grado di distribuire il calcolo attraverso una rete veloce, in modo iterativo i dati diventano informazioni e quindi azioni.

Imparando e migliorando, l’IA, si affina e velocizza ad ogni passaggio. L’enorme quantità di dati delle fonti può così essere aggregata in modo dinamico ed efficiente e soprattutto automatizzata.

Il 2022 segnerà l’ingresso massiccio nella vita lavorativa quotidiana di questi cervelli cibernetici, in grado di aiutarci a risolvere problemi prima che questi accadano.

In Si.Va.F. siamo pronti a far progredire le aziende, creando soluzioni sartoriali, utilizzando le migliori tecnologie sul mercato.

Nei prossimi articoli vedremo più in dettaglio come l’IA entra nei processi di automazione delle aziende di produzione.

L’unico modo per sapere se siamo l’azienda che fa per te è contattarci.

Non pensarci troppo …

Fatti ricontattare per conoscere tutte le possibilità per la tua azienda.

Scopri di più con i nostri approfondimenti :

  • Sfide del 2024 per i laboratori di prove industriali
    SiVaF Informatica da anni lavora a stretto contatto con laboratori di analisi ed officine di preparazione prove. Per questo motivo ha creato una soluzione ideale per affrontare la transizione digitale, che permetta alle aziende di ottenere risultati e benefici in breve tempo.
  • Requisiti Piano Transizione 5.0 : da Industria 4.0 (5+⅔) all’APE
    Alcuni requisiti derivano dai parametri definiti dalla Comunità Europea di abilitazione o certificazione a Industria 4.0, altri richiedono di monitorare i propri consumi energetici prima (ANTE) degli interventi per efficientare i processi produttivi e poi, di misurare i risparmi conseguiti (POST) grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali. 


Ultimi articoli

Vai al blog
Blog | 10 Giugno 2024

Sfide del 2024 per i laboratori di prove industriali

SiVaF Informatica da anni lavora a stretto contatto con laboratori di analisi ed officine di preparazione prove. Per questo motivo ha creato una soluzione ideale per affrontare la transizione digitale, che permetta alle aziende di ottenere risultati e benefici in breve tempo.
Blog | 22 Maggio 2024

Requisiti Piano Transizione 5.0 : da Industria 4.0 (5+⅔) all’APE

Alcuni requisiti derivano dai parametri definiti dalla Comunità Europea di abilitazione o certificazione a Industria 4.0, altri richiedono di monitorare i propri consumi energetici prima (ANTE) degli interventi per efficientare i processi produttivi e poi, di misurare i risparmi conseguiti (POST) grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali. 

La nostra Newsletter

Seguici per scoprire le ultime novità e gli articoli di approfondimento del nostro blog


ISCRIVITI